Biografia

Nasco a Torino nel 1960 da una famiglia molto unita, espressione di un nomade cosmopolitismo, dove l’est danza con il sud dell’Europa. Dopo il diploma di Liceo Artistico, inizia un percorso di approfondimento delle più svariate tecniche espressive, in un tortuoso dinamismo che spazia dalle arti visive, alla poesia, alla recitazione, fino alle infinite possibilità offerte dall’uso delle nuove tecnologie.

Sotto un profilo squisitamente pittorico ho ideato e realizzato oltre 60 opere originali, suddivise in 6 grandi macro argomenti, oggetto della sezione “Progetti” di questo sito, avvalendomi di svariate tecniche tra l’acrilico su tela, l’olio e il digital painting con retouchè. Queste opere, in tempi diversi, sono state esposte in una serie di mostre che spaziano dal Museo Civico di Arte Contemporanea di Ortona, a Palazzo Farnese, alla Galleria del Carbone di Ferrara, al Museo Stauros di Teramo, dal Museo Michetti di Francavilla, al Comune di Camerata Picena, dall’Università di Palermo (per la Rivista Bacchanale), al Terry May Home Gallery di Ferrara, fino al Museo dei Tarocchi di Bologna, alla Galleria Bottisio di Torino e ATB art Gallery Torino.Nel biennio 2014-2015, insieme a Elilim, ho presentato il progetto “Seph [Erotica]” a Paratissima 2014 e sono stata selezionata per “Gea – It’s a (wo)man’s world”, Mostra-Evento di MostraMi, nell’ambito del progetto MostraMi Factory 50.0, presso la Factory Folli 50.0 (Fondazione Bracco).

Sono ideatrice e fondatrice, con Alessandro Passerini, del Collettivo d’arte TM15. Sono membro in carica della Giuria Critica di due prestigiosi premi d’arte: Premio Nazionale di Pittura e Fotografia Basilio Cascella e del Premio Nazionale di Pittura Paola Occhi. L’attività saggistica comprende anche un’assidua collaborazione con la rivista Baccanale, per cui curo una rubrica fissa.

La poesia. Nel 2009 approdo alla poesia per caso, ma sicuramente per amore, dopo svariate esperienze anche in campo musicale; scrivo per immagini, seguendo un mio ritmo; scrivo di musica, vivo di passione, nella mia scrittura mischio elementi mitici e quotidiani, la storia del post punk e i miti greci. Ho curato una rubrica radiofonica dedicata ai poeti che non si credono tali, di tipo poetico-musicale dal titolo “Poetry in Waves” per Ottantallora su Radiowhite, con reading musicali dedicati e intrecciati alla musica rigorosamente post punk; attualmente pubblico articoli su Rivista Bacchanale legati alla musica e intrecciati con tematiche simboliche ed esoteriche.

Avvicinarsi alle creazioni di Monica Seksich è come aprire un libro.
Un romanzo d’oggi, un classico del futuro, un corpus unico che si presta all’antologizzazione delle singole tessere ma che meglio si assapora nella complessità del tutto. Le sue opere mischiano pratiche differenti che richiedono tempi di lettura diversi intervallando a una visione lenta fulminanti magnetismi da respirare a fondo, nell’immediatezza d’un sol fiato, in un singhiozzo che riscuote la coscienza a distanza, in modo inatteso e ossessivo.
Su plexiglass, tela, stoffa, vetro e utilizzando terra, acrilico, smalti, oro, argento, rame rappresenta piccoli diamanti di piacere visivo ora visionari, ora di forte impatto cromatico o percettivo, ora di andatura melodica tale da richiamare possibili associazioni musicali. Una nozione totalizzante dell’arte mistica e wagneriana proietta lo sguardo dell’uomo in un passato remoto e primordiale, un passato in cui non esisteva arte nominativa ma il singolo talento contribuiva a perseguire i misteri. Per Monica Seksich su tutti troneggia quello del femminino. “(Rita di Mascio)

Collaborazioni

• Museo Civico di Arte contemporanea di Ortona, Palazzo Farnese

• Galleria del Carbone, Ferrara

Rivista Bacchanale, Palermo

• Museo Stauros di Teramo

• Museo Michetti di Francavilla

• Comune di Camerata Picena

• Premio Nazionale di Pittura e Fotografia Basilio Cascella

• Premio Nazionale di Pittura e Fotografia Paola Occhi

• Associazione culturale ALL THE BEST Gallery

Associazione Culturale Mostra.Mi

Annunci